OUI OUI, BRETAGNE!

Sicuro che il momento non è dei migliori ma forse, pensare ai viaggi, aiuta! Da qualche anno ormai, siamo soliti passare parte del mese di Agosto in Bretagna. Prima se ne sono innamorati i nonni, poi noi. Ogni anno è diverso perchè, ogni anno, siamo diversi noi.

Prima che arrivasse Anita, a bordo del nostro multivan, avevamo scorrazzato in lungo e in largo la costa oceanica: a nord ovest della Bretagna, Saint Malo, Dinard, Saint-Briac-sur-Mer la Côtes-d’Armor.

Dinard

Poi, più a ovest, siamo passati da Roscoff un piccolissimo comune del dipartimento del Finistère. Non eccessivamente turistico ma davvero carino.

Saint Malò

Per poi passare sulla costa ovest, la nostra preferita. La penisola del Crozon. Scogliere a picco sull’oceano, case arroccate sui pendii, vento forte, costante, perpetuo. E poi i colori? E il silenzio. E ancora il vento.

Pointe de Pen-Hir

Amiamo questi paesaggi, questo tipo di mare, questo genere di vacanza: un pò grezza e spartana, senza turisti accalcati ogni pochi passi, senza “ristoranti italiani” dietro ogni angolo, senza giornate organizzate ma solo scandite dai nostri ritmi.

Scendendo più a Sud si trovano zone più turistiche ma nessuna paura: le spiagge sono lunghe distese di sabbia e c’è sempre spazio per tutti.

Guidel Plages

Non ho consigli su dove dormire perchè non ne abbiamo mai avuto necessità: durante la vacanza On the Road abbiamo dormito dove più ci piaceva a bordo del nostro mitico Multivan. Gli anni successivi ci siamo appoggiati alla casa bretone di famiglia.

La Bretagna è ancora una meta poco conosciuta dal turismo di massa e sono numerose le possibilità per viverla e visitarla.

Il periodo migliore è sicuramente quello estivo. Nei mesi tra giugno e agosto le temperature sono perfette: le giornate sono lunghissime e il sole è caldo ma non fastidioso, anche grazie al mio amato vento che batte quasi costante sulle coste. Se vi piace il pesce -e i crostacei in particolare- siete nel posto giusto: scorpacciate di cozze, ostriche e conchiglie vi aspettano! Questo è uno dei nostri posti del cuore, si chiama Bistrot de L’Ecalier , nella sua semplicità una vera chicca.

Le Bistrot de L’ Ecailler. Nevez, Kerdruc

Il clima è mite ma il cielo cambia aspetto molto velocemente quindi, per mia grande gioia, in Bretagna vince l’abbigliamento a strati! E’ sempre meglio portare maglioni di lana e giacca a vento, ma anche calzoni corti e costumi (io il bagno non ho mai avuto il coraggio di farlo ma sono io l’eccezione. In acqua ci vanno tutti!)

E’ bene ricordarsi del cappello per riparare le orecchie (sia per i grandi sia per i bimbi) e di una buona dose di creme solari: si sta volentieri al sole ma non ci si accorge della sua forza perché il vento lo rende piacevole!. Utile essere attrezzati in caso di pioggia con galoche e impermeabili che si trovano facilmente nei supermarché sparsi per tutto il territorio a prezzi decisamente vantaggiosi!

Abbiamo portato Anita in Bretagna a pochi mesi dalla sua nascita e mai scelta fu così appropriata.

I giorni bretoni sono davvero incredibili: sono un salto in una realtà fatta di cose semplici, di vecchie buone abitudini, di famiglia, di tempo lento. Ogni anno la nostra vacanza cambia e, ogni anno, aspettiamo impazienti di partire per la Francia!

Se avete bisogno di informazioni più specifiche e dettagliate scrivete! Sarò ben felice di poter condividere i nostri tips!

M.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: