UN CAFFE’ CON….LUISA!

RRRRRUUULLO DI TAMBURI!!! Oggi vi presento Luisa, una ragazza “di campagna” che ha deciso di cambiare la sua vita trasferendosi nella grande città (Milano) per inseguire -e realizzare con ottimi risultati- il suo sogno.

Ho incontrato Luisa per lavoro un paio di anni fa, in uno dei suoi press day pazzeschi! Io ero incinta, lei mi parlava teneramente della sua Giovanna e del modo in cui l’arrivo della piccolina le aveva cambiato la vita. Mi aveva parlato di quanto fosse difficile essere mamma e mantenere la sua attività: erano entrambe appena nate e avevano bisogno delle sue cure e attenzioni e destreggiarsi tra impegni e famiglia non era facile ma, con il suo bel sorriso, lei ce la stava mettendo tutta! C’è stato da subito del feeling tra di noi, non ci conoscevamo bene ma sapevamo che avevamo dei tratti comuni che ci piacevano molto! Il tempo è sempre troppo poco e sono rare le volte in cui riusciamo ad incrociarci per scambiare due parole ma Luisa è mitica davvero. Ecco qui la sua intervista.

***

Ciao Luisa! Da quanto tempo sei mamma? Giovanna (che di secondo nome fa Italia, come una sua bisnonna) è nata la notte dell’11 gennaio 2015 ma credo di essere  diventata  mamma qualche mese prima, quando ho cominciato a proteggere me stessa per proteggere chi stava crescendo dentro di me.

Che lavoro fai? Ho un’agenzia di consulenza di immagine (Luisa Bertoldo). Con il mio super team –tutte donne e alcune mamme– studiamo dei progetti di restyling di brand, lanci stampa e digital internazionali.

 

Come fai a conciliare i tuoi impegni di mamma lavoratrice? Non riesco! Conciliare è una parola morbida che fa trasparire tranquillità: io impazzisco ogni settimana e la mia vita è una continua corsa, come credo per moltissime mamme ma la gioia di tornare dal mio compagno e dalla mia Giovanna mi fa fare tutto ciò con il sorriso.

Qual’è stato il momento più faticoso nella tua vita da mamma? Forse il parto. Ogni giorno della gravidanza è stato incredibilmente bello, mai veramente difficile, ma il parto è stato un po’ traumatico e non posso dire di averlo dimenticato.Ho sempre pensato che quel dolore potrà aiutarmi ad affrontare con più forza la mia vita di mamma.

Mi dici uno -e uno solo!- dei tuoi trick meglio riusciti con la tua bambina? Non posso svelarlo..altrimenti appena inizierà a leggere avrò perso quest’arma ; ) Ho una tecnica universale che mi aiuta sempre: la distrazione. Quando si impunta, quando non posso darle qualche cosa o devo alleggerirla da qualche situazione sposto la sua attenzione su altro.

Se potessi tornare indietro, cosa rifaresti e cosa no durante il primo anno di vita di Giovanna? Continuerei a scegliere di non avere una baby sitter tutti i giorni e non tornerei a lavorare solo pochi giorni dopo il parto!

Sei Felice? Se sono con la mia famiglia, ogni giorno!

Schermata 2018-10-12 alle 11.15.11
IMG_1620 copy
011IMG_9814
Schermata 2018-10-12 alle 11.17.57
Grazie Luisa!
Seguitela su Instagram: le sue foto vi faranno impazzire!
Alla prossima,
Bisous,
M
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: