LEGGENDO SI IMPARA

Per assurdo, ora che sono mamma, che ho mille impegni e che l’ago delle priorità si è spostato verso una mini donnina che gira per casa, dedico molto più tempo alla lettura di quanto non ne abbia mai fatto prima.

Non ho mai studiato nessun libro così attentamente, non ho mai sottolineato tanto, non ho mai letto e riletto le stesse pagine (e si, persino le note e le cose scritte tra parentesi che, ai tempi della scuola erano parti evidentemente non importanti perchè altrimenti non sarebbero state tra parentesi….).

In questi quasi due anni ho sfogliato avidamente un gran numero di libri, manuali e testi. Ma non per affidarmi totalmente all’ uno o all’altro autore, non per sposare univocamente una filosofia invece di un’altra. No, l’ho fatto perchè trovo estremamente utile e stimolante avere a disposizione più linguaggi e punti di vista per riuscire ad elaborarne uno mio personale.

Da tutti mi sono presa qualcosa: consigli, trucchetti del mestiere, riflessioni…

Fare la mamma, anzi essere mamma, è il lavoro più faticoso e importante del mondo…non è un messaggio smielato, è la “cruda” realtà. Perchè essere mamma, essere genitore è una cosa seria. Noi decidiamo di metterli al mondo, ci prendiamo questa grandissima responsabilità, e a noi spetta crescere nel modo migliore che possiamo questi piccoletti – che poi saranno GLI ADULTI DI DOMANI – il che comprende tanto amore, taaanta pazienza e tantissima forza per dire anche NO, non tanti ma quelli che servono davvero.

Ecco, da questi libri si possono apprendere tante informazioni utili nei momenti un pò più difficili, più faticosi, più indecisi; ok l’istinto materno (e paterno) ma non ho mai avuto la “presunzione” di avere già tutte le risposte dentro di me e quindi, perchè non farsi aiutare?!

Di seguito la lista delle letture che vi consiglio:

  • Tracy Hogg, Il linguaggio segreto dei neonati. Una bibbia per me. Ideale da leggere in gravidanza e utile a muovere i primi passi da genitori.
  • Tracy Hogg, Il tuo bambino, tutte le risposte. Si, ancora lei…ma credo che suggerisca un approccio “facile” con un linguaggio diretto, senza troppi voli pindarici;
  • Jessica Alexander e Iben Sandahl, Il metodo danese per crescere bimbi felici. Il loro approccio è danese, la società più felice del mondo da oltre 50 anni, gli argomenti e i temi di “ordinaria amministrazione” sono trattati con semplicità. Documentano e ci fanno conoscere “il metodo” danese fatto di piccoli accorgimenti, sfumature all’apparenza che rivelano grande civiltà e senso di responsabilità verso l’altro, tramandato di generazione in generazione e non insegnato o imposto….molto molto interessante.
  • Lucio Piermarini, Io mi svezzo da solo. Questo è un manuale interessante sull’autosvezzamento. Interessante punto di vista -io ho fatto uno svezzamento misto, ho seguito Anita nella scoperta del cibo senza estremismi di nessun genere.
  • Alfie Kohn, Amarli senza se e senza ma. ATTENZIONE, questo libro vi metterà a dura prova. Su graditissimo consiglio di una cara amica, ho iniziato a leggerlo dopo giorni di totale sconforto emotivo, in seguito ad una settimana davvero faticosa durante la quale Anita ha dato il “peggio” di se…o almeno io credevo fosse lei a dare il peggio. Leggendo queste pagine ho avuto modo di riflettere molto e “forse” la responsabilità di quei momenti non era tutta sua e dei suoi “terrible two”… non so bene come spiegarvi ciò che è successo ma ho lavorato sul mio comportamento, ho letto e riletto alcuni passaggi, ho cercato di far mie le cose che leggevo ripercorrendo alcune situazioni vissute e ho cambiato qualcosa. L’approccio? Il mood? Tante di quelle rigidità che avevo nella mente -in funzione del bene di Anita- si sono sgretolate per far posto ad altro…ma non posso mica dirvi tutto altrimenti poi non mi raccontate più l’effetto che ha fatto su di voi! J
  • Milena Marchioni e Michela Toffali, Bimbi e Viaggi. Di tutt’altra pasta ma altrettanto interessante e utile questo manuale che elargisce consigli su come affrontare in modo sereno e senza troppe paranoie i viaggi con i piccoli! Non che avessimo bisogno di essere spronati a scoprire il mondo è….forse la gioia di non essere gli unici a non voler rinunciare a questa passione dopo l’arrivo dei figli.
  • Asha Phillips, I no che aiutano a crescere. Questo non l’ho ancora iniziato….la gastroenterite di Anita mi ha levato ogni minuto libero. Qualcuno di voi l’ha letto? Pareri? J

Bene, la lista è stata redatta, ora aspetto i vostri pareri/ consigli/ suggerimenti.

Bisous, M

 

Annunci

One Comment

  1. Ciao Michela., io amo molto anche i libri della Montessori.. non hanno una scrittura semplice ma ci sono messaggi che fanno sempre riflettere

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: